Carissime Sorelle tutte e amici

prima di tutto un grazie infinito per la vostra vicinanza. Abbiamo ricevuto e-mails, telefonate che ci hanno fatto sentire parte di una famiglia grande, generosa e bella. Grazie di cuore.

Oggi non sappiamo cosa succedera’ ma c’e’ massima allerta. Le notizie internazionali dicono quello che vogliono dire secondo il potere che sta alle loro spalle.

La gente, piu’ di 30 milioni di persone, come sapete, e’ scesa in piazza il 30 giugno per dire basta ad un regime di Fratelli Mussulmani che in realta’, durante l’anno in cui sono stati al potere, hanno distrutto le strutture democratiche e hanno imposto i loro leaders. Lo scopo era quello di rendere l’Egitto un paese totalmente islamico dove non c’e’ spazio per alcuna differenza di opinione politica o religiosa. L’armata e’ scesa per difendere i diritti dei cittadini moderati.

Allego un articolo che vi dira’ meglio la realta’.

Una volta insediato questo governo, i FM hanno iniziato operazioni di dimostrazioni e di sit-in nelle piu’ belle piazze del Cairo distruggendo tutto quello che c’era di bello, torturando tutti quelli che passavano e che loro pensavano fossero spie. Qualche giorno fa hanno perfino tagliato quattro ditini di un bambino di 11 anni che aveva la foto del generale attuale. La gente che viveva intorno a queste piazze ha lasciato case ecc.

I FM non hanno mai accettato che ci fosse una collaborazione tra tutte le forze politiche e religiose per ricostruire il paese e hanno giurato vendetta se questo governo continua.

Chiese, conventi e scuole guidate da religiosi/e sono state distrutte. Allego alcune foto della distruzione e rogo della scuola, casa e di tutta la proprieta’ delle Francescane a Bani Suef – governatorato a sud del Cairo. Oltre alla distruzione potete vedere le sorelle che vengono accolte da famiglie e i soliti sciacalli che si portano via quello che possono indipendentemente dalla sofferenza degli altri.

Molte altre scuole e conventi sono stati distrutti tra i quali quella dei Gesuiti a Minia, del Buon Pastore a Suez, e dei Francescani.

Sembra si siano scatenate le forze infernali.

I media occidentali in genere offrono una foto dei FM molto bella e pietosa. In realta’ si comportano da fascisti dove non c’e’ posto per alcuna diversita’. Nella storia i FM sono stati “usati” dai generali come Nasser e Sadat. Ma la conclusione e’ stata quella di eliminarli dalla politica perche’ con loro la politica non si puo’ fare. Esiste solo una legge, la sharia ed un modo di pensare: l’islam.

In questi anni, pare che i FM siano stati capaci di organizzarsi capillarmente e di essersi assicurati legami internazionali molto forti.

Naturalmente in una guerra non c’e’ mai chi e’ solo santo e solo cattivo. Il fatto e’ che la distruzione, torture e uccisioni in massa che i FM stanno facendo non si e’ mai vista. Qui non si tratta di uccidere il nemico ma la distruzione e’ tra egiziani ed egiziani. In genere l’egiziano non e’ cosi’ violento. Viene da chiedersi la famosa domanda: chi sostiene chi?

Per il momento e’ tutto. Oggi si teme il peggio. Speriamo e preghiamo perché in qualche modo la violenza, tutta la violenza si fermi e si riesca a pensare all’altra persona come persona e non avvicinarla e trattarla secondo le sue differenze.

Con la richiesta di preghiera per tutti quelli che stanno soffrendo, invio un caro saluto e ringraziamento a tutte voi.

Sr. Angela Colombi

dall’Egitto

$('a').attr('title','');